Il Consiglio di Stato, con una recente pronunzia, ha dato continuità al principio secondo il quale l’eventuale motivazione di dissenso dell’amministrazione deve essere ancorata a esigenze organizzative a carattere eccezionale e straordinario, posto che il diritto all’unità familiare, al ricongiungimento e alla cura dei figli in tenera età ha valenza costituzionale. E questo diritto è generale ossia applicabile a tutte le tipologie di dipendenti pubblici sia in regime di diritto privato sia in regime di diritto pubblico (come nel caso dei militari o delle altre categorie speciali sottratte alla privatizzazione).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10 − uno =

Torna su