Il Consiglio di Stato, con ordinanza del 27 ottobre 2021, ha affermato che l’autenticità e la validità della “certificazione verde” (cd. green pass) risultano verificabili unicamente mediante lettura del QR code effettuata mediante l’apposita applicazione mobile. Viceversa, non è sufficiente la produzione di certificazione (priva di QR code) attestante l’effettuazione di tampone antigenico rapido negativo il giorno precedente il test. Il Giudice Amministrativo, pertanto, ha ritenuto opportuno confermare l’esclusione del ricorrente dalla partecipazione al test per la prova di ammissione al Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia a.a. 2021/22 per mancanza di “green pass”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × quattro =

Torna su